COOKIES POLICY DI UNITIPERLASALUTE.

QUESTO BLOG UTILIZZA COOKIES ,ANCHE DI TERZE PARTI.SCORRENDO QUESTA PAGINA ,CLICCANDO SU UN LINK O PROSEGUENDO LA NAVIGAZIONE IN ALTRA MANIERA ,ACCONSENTI ALL'USO DEI COOKIES.SE VUOI SAPERNE DI PIU' O NEGARE IL CONSENSO A TUTTI O AD ALCUNI COOKIES LEGGI LA "COOKIES POLICY DI UNITIPERLASALUTE".

16 maggio 2018

L'inquinamento aumenta l'infertilità agendo sul DNA

L'inquinamento aumenta l'infertilità agendo sul DNA
Tratto da msn.com/
Si sa da tempo che l'inquinamento è una delle cause principali dell'aumento dell'infertilità maschile, in quanto esso agisce sulla vitalità degli spermatozoi e sulla loro mobilità. Un recente studio, di un gruppo di ricercatori italiani, ha però scoperto che alcuni inquinanti atmosferici modificano persino la struttura del DNA; cosicché il problema non riguarda unicamente i soggetti esposti, che rischiano di risultare più vulnerabili ad alcune patologie, ma anche le future generazioni. 
© Thinkstockphotos L'inquinamento aumenta l'infertilità agendo sul DNA
Per giungere a questa scoperta, gli scienziati italiani - coordinati da Luigi Montano, uro-andrologo dell'Asl di Salerno e presidente della Società Italiana di Riproduzione Umana - hanno misurato i livelli di inquinamento atmosferico, benzene e particolato PM10 e PM2.5, in aree gravemente inquinate: ad esempio Taranto e la Terra dei Fuochi, o l'area a cavallo tra le province di Napoli e di Caserta. Dopodiché hanno messo a raffronto i dati ottenuti con i livelli di frammentazione del DNA spermatico di oltre 300 volontari. Ne è emerso che tale frammentazione risulta significativamente aumentata nelle zone più inquinate come Taranto e la Terra dei Fuochi, con un +30per cento, rispetto alle aree di controllo Palermo e Salerno.
La ricerca, pubblicata sulla rivista Environmental Toxicology and Pharmacology, apre una nuova pagina in un filone di ricerca che ha già dato risultati importanti non solo in Italia: un recente studio cinese conferma infatti gli effetti dell'inquinamento sulla morfologia degli spermatozoi, mentre un gruppo di ricercatori canadesi ha dimostrato gli effetti dell'inquinamento sul DNA; ma solo lo studio italiano è riuscito ad aprire uno scenario così preoccupante, mostrando come polveri sottili e altri inquinanti possano modificare l'espressione di molti geni aprendo la strada a varie patologie.
E' già da alcuni anni che Montano studia gli spermatozoi, particolarmente sensibili all'inquinamento, come marker di esposizione ambientale; trasformando così gli studi sulle cause dell'infertilità in un efficace strumento di monitoraggio, sorveglianza e prevenzione in aree a rischio. In questo modo è nato il progetto EcofoodFertility, che è partito da Acerra e oggi coinvolge diverse istituzioni ed università italiane e europee, con l'obiettivo principale di svolgere funzione di prevenzione.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Con l'aiuto di un uomo chiamato Dr.Addo sono riuscito a rimanere incinta nonostante la sua radice naturale e le sue erbe. Ho 47 anni, è stato davvero difficile per me rimanere incinta anche se mio marito mi ama, ma mi faceva davvero male non avere mio figlio, ma dopo molti anni mi sono imbattuto in Dr.Addo. Sono incinta di 7 mesi ora grazie all'aiuto di un uomo meraviglioso e consiglierò a tutti coloro che cercano aiuto di rimanere incinta per contattare questo grande uomo tramite la sua email all'indirizzo: ( addosolution@gmail.com) O WhatsApp ( +19292227518 ), e sii felice come me.